AGOSTO 2014

 

 

Boyan Yankov – Plovdiv / Bulgaria


Il mondo che conosciamo, è reale o irreale?

 

L’apparenza del mondo materiale e di tutti i fenomeni connessi ad esso, è una manifestazione temporanea della realtà. Nulla esiste in questo mondo perennemente, dunque, tutto ciò che appare nel mondo materiale, esiste nell’attimo in cui lo percepiamo e viviamo, ma ha una durata finita.

 


 

Anthony Scott – Harrisburg / Pennsylvania


Dici che non esistono persone cattive e che l'unica distinzione che possiamo fare è il livello individuale di coscienza di ciascuna persona. Puoi spiegati meglio?

 

Ogni individuo arriva in questo mondo ereditando un carico familiare oltre a un carico derivato dal patrimonio della società nella quale crescerà e si identificherà. Sono le idee, le circostanze e lo stile di vita intorno a una persona, che determinano il suo comportamento. L'unica cosa che ci può liberare da questa limitante e pesante eredità, è un cambiamento di coscienza che può avvenire con l’aiuto dell’amore.

 


 

Teresa Gonzales – Ecatepec / Messico


Che libri consigli a chi cerca la Verità?

 

Un libro non è che un insieme di parole e concetti. Anche se ci potrebbe rivelare alcune verità, non potrà mai essere la vera assoluta. La realtà ultima può essere vissuta solo in maniera diretta: sperimentandola. Le parole ci collegano a cose diverse, a cose separate le una dalle altre, e sappiamo che qualsiasi tipo di distinzione è definitivamente solo un'illusione. Ma è anche vero che tutte le distinzioni concettuali aiutano la nostra mente a percepire la realtà. E’quindi attraverso l'illusione che si scopre la realtà. Ogni libro può quindi insegnarci qualcosa sulla realtà, ma non si può prendere ciò che è scritto come essere la verità assoluta, non dobbiamo mai dimenticare di rimanere aperti a capire l'essenza di tutto ciò che è.