Gli Umani di Oggi

 

 

Mentre i nostri figli vengono "educati" in scuole e università gestite da personale e insegnanti sottomessi e codardi, noi veniamo "informati" da migliaia di giornalisti e analisti pagati per servire l'interesse dei governanti. Come risultato, oggi le popolazioni sono in uno stato di assoluta obbedienza e disciplina. E quello che piú stupisce é che la maggior parte delle persone in realtà sia convinta di essere libera e di avere il controllo sulle cose, sia convinta di essere libera di poter scegliere e decidere da sé.

 

In milioni sono in fila, volontariamente, chiedendo di essere "educati" per poter raggiungere uno di quei tanto agoniati diplomi ufficiali. Desiderosi di essere accettati, certificati e lodati dai governanti chinando le teste in un totale stato di lobotomia. In cambio di questi pezzi di carta stampati, chiamati diplomi, uomini e donne perdono cosi’ per sempre la loro capacità di pensare in modo indipendente, di poter valutare e vedere il mondo con i propri occhi.

 

La maggior parte dei cittadini é anche disposta a pagare di tasca propria per queste operazioni educative di propaganda al cervello; gente desiderosa, fino ad indebitarsi, per essere accuratamente programmata e indottrinata. Dopo qualche anno, quando oramai non resta più nulla della loro individualità, con il petto gonfio di orgoglio finalmente ricevono quel pezzo di carta stampato, che in realtà significa solo una cosa: "Promosso, approvato e certificato, pronto per servire e per essere utilizzato dai Governanti ".

 

La maggior parte dei cittadini, in qualsiasi nazione viva, non e’ in grado di pensare in modo indipendente, e’ impossibiltata a rivoluzionare il proprio pensiero, viene legata, trattenuta da una sorte di camicia di forza intellettuale. Il coraggio e il libero pensiero vengono sistematicamente denigrati e sminuiti. Le menti ribelli vengono contrassegnate come inabili, a volte anche come antisociali. Codardia, sottomissione e basso ego vengono promossi e commercializzati da un complesso sistema di propaganda, pubblicità e rappresentanza.

 

Oggi, uomini e donne vengono plasmati per essere portati in una posizione che comoda ai governanti: pronti a rigurgitare concetti prefabbricati, evitando accuratamente i veri problemi, comunicano intensamente tra di loro parlando del nulla, rimanendo incredibilmente ignoranti sul mondo. Guidano gli ultimi modelli di automobili, tengono tra le mani gadget moderni, fingono di essere sicuri di sé e sono infinitamente egoisti. Molti di loro fanno uso di sedativi, antidepressivi o droghe, spesso sono persone misere, insicure, scontente del loro lavoro, miserabili con le loro famiglie, incapaci di trovare o mantenere la loro seconda metà. Tutto questo naturalmente, non deve essere mostrato! Dal di fuori, devono sembrare perfetti!

 

Per la prima volta nella storia dell’umanitá, i robot stanno per essere sostituiti dagli esseri umani. Quindi non piú robot realizzati in plastica e metallo, ma esseri umani ri-condizionati e riciclati come robots. I governanti sono riusciti a standardizzare gli esseri umani e il loro pensiero!

 

Congratulazioni Governanti, non è stato facile, avete dovuto affrontare molte sfide, ma siete riusciti a realizzare migliaia di false percezioni, dogmi e codici, che sono stati tutti usati per la stessa finalità. Ideologi, leaders religiosi, psicologi, politici, giornalisti, attori, cantanti e altri esseri altamente specializzati, sono riusciti a tenere la gente lontana dalla realtà e dal pensare indipendentemente grazie alla costruzione di concetti estremamente efficaci, volti a controllare le menti umane.

 

Dai social media alla soap opera, dai film di Hollywood alla musica pop, dalle reti televisive tutto porta alla stessa direzione: "allontanare la gente dai principi basilari dell'umanesimo, costringendoli a non pensare razionalmente e compassionevolmente ".

 

Oggi, agli abitanti del mondo, si sta impedendo di pensare e di agire in modo naturale, di conseguenza, questi abitanti si sentono frustrati, depressi e confusi, ma, invece di ribellarsi, diventano sempre più aggressivi. Mentre innocenti vittime, in tutto il mondo, vengono uccise, sfruttate e umiliate, le popolazioni guardano giorno e notte a questa continua propaganda, promossa dai media (leggermente modificata per ogni paese o regione) che é lo strumento preferito dei governanti.

 

Allora oggi, questi stessi cittadini trovano sollievo dal loro duro lavoro al servizio dei governanti, cercano una sorta di fuga dalla loro misera realtà grazie ai gadget offerti da quegli stessi governanti, a mezzo di film di basso livello, videogiochi e musica pop con testi ripetitivi che portano alla morte cerebrale. Questi messaggi sono diffusi attraverso punti vendita locali, da mezzi di comunicazione di massa, che sono naturalmente controllati dagli interessi dei Governanti.

 

Questa disposizione del mondo è scandalosamente razzista e brutale, ma la maggior parte dei cittadini é portata a credere di vivere in un sistema "tollerante" e "progressista”. La domanda ora è: c'è qualche speranza che l'umanità sopravviva a questa idiozia di massa?

 

Ricordiamo questa massima: "Finché il pensiero indipendente è vivo, non tutto è perduto." Che cosa vuol dire: "Quelli di noi che vogliono sfuggire all’indottrinamento dei Governanti si ribelli ora.” Quindi, l'umanità esiste ancora.

 

La ribellione è quindi l'unica salvezza, sia su scala locale che globale.

 

Il campo di battaglia è ben definito: l’informazione. Le azioni compiute dai governanti sono sporche e vergognose, ma anche molto trasparenti per quelli che vogliono vederle. Questi trucchetti vengono accettati o tollerati da miliardi solo a causa della costante ripetizione delle menzogne, e per il martellamento di contorti concetti nel cervello della gente attraverso l’istruzione e i media "

 

La guerra per la sopravvivenza dell'umanità si è già attivata. E’ una guerra per la liberta’ del cervello e del cuore delle persone, non del territorio. Può essere chiamata anche "guerra all'informazione", guerra "disintossicante", una guerra per liberare gli esseri umani dalla loro ebbrezza intellettuale, dal loro sonno e servilismo. Un percorso per migliore il mondo, un percorso che porti saggezza aldilá dei diplomi e dei timbri, un percorso che porti calore umano e solidarietá al posto della violenza e dell’aggressione, umanitá sopra al profitto e al denaro. Si può aspirare a vincere questa guerra solo attraverso la vera conoscenza, al pensiero indipendente, all’umanesimo razionale, alla compassione, alla solidarietà e al calore umano.