MAGGIO 2011

 

 

Dima Al Munajed - Damasco / Siria

Non temi che l'universalismo che promuovi, alla fine, porti alla filosofia di un mondo unico che abolisce la variegata diversità del nostro pianeta?

 

L' universalismo non è inteso come una miscela di tutte le culture in un'unica cultura. Ci sono già stati diversi tentativi in questa direzione, ma hanno portato al massimo ad una nuovo crogiolo multiculturale. L'universalismo è un concetto in cui tutte le culture sono ricondotte ad un unico modello, in modo che possano completarsi a vicenda e si possano monitorare i valori e le carenze di ciascuna. Per poter raggiungere questo obiettivo dobbiamo impegnarci ad essere esempio di riconciliazione, offrendo spazio a tutte le pregevoli caratteristiche umane. In questo modo si evidenzieranno i principali valori e le carenze di ogni cultura, compresa la nostra. Certamaente sarà necessario per tutti noi, compiere un atto di coraggio per scambiare la nostra sicurezza con qualcosa di nuovo, ma questo è l'unico modo per originare una civiltà universale. Questa sarà di gran lunga la migliore, e forse anche l'unica soluzione, se non vogliamo che il mondo soffra ulteriormente per la ristrettezza di vedute e l'intolleranza.

 



Gavin Ho - Hong Kong / Cina

Parli della sensibilità unica di ogni persona, ma è possibile per l'umano essere unico, se non ha un nucleo a sè?

 

Questa domanda viene posta da secoli e non sembra sia di facile risposta, comunque qui di seguito troverete il mio modesto tentativo. Se ci analisassimo fino alle ossa, vedremmo che siamo composti di un gran numero di strati, e anche se questi strati creano un'immagine di noi stessi come un' unità, ogni livello è separato ma in comune con gli altri. Quindi ci chiediamo se c'è unicità? Beh, sì, perché siamo tutti una composizione unica (con l'accento sulla composizione unica) fatta di diversi strati, avvolti in un corpo che funziona come una entità per un tempo determinato.

 



Angelique Smol - Rotterdam / Paesi Bassi

Come vedi i grandi problemi del mondo? Cosa pensi delle organizzazioni che si impegnano in nuove alternative?Quali movimenti supporti?

 

Grazie allo spirito di cambiarmento dei nostri tempi e alla globalizzazione del nostro mondo, molte persone sono alla ricerca di nuove intuizioni sulla vita e stanno nascendo nuovi movimenti. La civiltà moderna tende a trasformare la vita autentica in modelli razionali. Questo rende la società sempre più complessa e richiede più leggi per ordinare le cose, così che viene sempre più ridotta la nostra libertà, la compassione sociale è di gran lunga più preziosa, per la nostra reciproca comprensione, di quanto possa fare una compiacente legislazione sociale. Così lodo ogni impegno e sono favorevole a qualsiasi iniziativa che sia impostata sulla saggezza e la compassione, da qualsiasi parte del mondo e da qualsiasi organizzazione parta. Per quanto mi riguarda cerco sempre di mantenere una visione intellettuale e razionale delle cause e dei grandi problemi del mondo. Questo approccio mi permette di distinguere i veri problemi dalla semplice propaganda e dal sentimentalismo, mantenendomi progressista. Inoltre questo approccio aiuta a trovare soluzioni realistiche e pratiche, che possano effettivamente ridurre i grandi problemi del nostro pianeta.

 



Tariq Omer - Khartoum / Sudan

Pensi che saremo mai liberi da tutte le forme di razzismo?

 

Il razzismo è un'ideologia che si propaga con lo scopo di mantenere un specifico concetto culturale. L'accettazione del termine "razza" assume un ruolo importante nella difesa delle strutture dominanti esistenti. In effetti permette che le disuguaglianze sociali, l'esclusione e l'antagonismo di classe siano visti come una cosa naturale, invece di essere considerati dipendenti da fattori sociali. Così che la disuguaglianza sociale e la repressione vengono politicamente e culturalmente leggitimate. I gruppi che possono essere definiti da caratteristiche razziali, sono facilmente indicati come la causa presunta di una crisi economica o sociale. Diventano, opportunamente, il capro espiatorio e in questo modo l'attenzione è deviata dalle cause reali e in più divengono oggetto di fastidio nella società. I problemi razziali spariranno quando l'umanità capirà che le razze umane non esistono e che siamo tutti parte di uno stesso e unico popolo.