OTTOBRE 2011

 

 

Candy O'Donnell - San Francisco / California

 

Il tuo lavoro dimostraun grande entusiasmo, qual è il tuo obiettivo e come spieghi che il tuo primo romanzo è stato così ben accolto in tutto il mondo?

 

Il modo migliore nel quale posso spiegareil mio obiettivo è di dire che il mio desiderio è quello di essere un figlio del mondo e allo stesso tempo un fratello di tutti. L'impegno che i miei scritti dimostrano,e la passione che provo nel dare un senso alla mia vita, mi fanno la persona che sono. Nello specifico, l'ambizione vera, che c’è dietro a questo, è quella di sgombrare la strada dagli ostacoliche portano alla comprensione. Quali sono le ragioni per le quali il primo romanzo ha avuto così tanti consensi? Naturalmente, il fatto che la versione online, sia gratuitae disponibile in tante lingue diverse, ha contribuito a questo. Quello che posso dedurre poi, dalle reazioni dei lettori, è che nel leggere il libro si sono sentiti toccati dai messaggi e alcuni lo hanno vissutocome un viaggio spirituale, molti hanno trovato connessioni con la propria storia di vita e questo naturalmente dà ai messaggi una seconda natura.

 


 

Paola Castañeda - Bogota / Colombia

 

Cosa significa non-dualità?

 

Il termine non-dualità viene spesso usato per descrivere una delle più antiche tradizioni spirituali dell'India. Questo teorema si riferisce all’unicità essenziale della vita e spiega che c'è una sola fonte che appare in forme diverse. Il non-dualismo vale anche per la verità che si rivela, in ciò che ci accade ogni momento, alla luce della nostra esperienza diretta.

 


 

Anna Giuliani - Napoli / Italia

 

Non è un'utopia la felicità permanente, consideratala continua evoluzione delle circostanze?

 

Le circostanze hanno poco effetto sulla felicità permanente. Per esempio, le persone non povere di solito dicono che sono più felici, ma dicono anche che, avere più soldi, non significa automaticamente avere più felicità. Purtroppo molte persone non riescono ad essere felici senza accrescere in qualche modo il loro piacere e quindi hanno bisogno di forti stimoli. Tuttavia, a lungo termine questa dipendenza dal piacere può essere dannosa, perché la loro felicità dipenderà solo dagli stimoli esterni, perciò, fino a quando la nostra felicità sarà legata a questo tipo di piaceri, non potremo parlare di felicità permanente. L’aroma che un tempo ci sembrava così delizioso, si trasformerà in un odore stantio. Il paesaggio che una volta era così bello, diventerà noioso. La persona che ci aveva tanto affascinato, diventerà comune. Quindi è importante che ciò che ci dà felicità abbia una base immutabile. Ci sarebbe molto da dire su questo, ma in generale possiamo asserire che quanto minor attenzione si da alla forma e più importanza alla sostanza, maggiore sarà la possibilità di raggiungere la felicità permanente.

 


 

Patricia Ochoa - Arica / Chili

 

La poesia può darci una visione diversa della realtà?

 

Chi si esprime attraverso l'arte poetica mantiene le proprietà espressive del linguaggio, ma allo stesso tempo, si prende la libertà di presentare le cose in modo simbolico. Il poeta ha un suo punto di vista sulla realtà, ma esprime soprattutto i propri sentimenti, in questo modo la poesia può formare un ponte tra i sentimenti del poeta e le sensazioni personali del lettore, grazie alle quali la vista del lettore sulla realtà potrà essere ampliata e addirittura approfondita.