SETTEMBRE 2010

 

Ans Mol - Amsterdam / Paesi Bassi

Non temi la capacità, che ha l'essere umano, di provocare enormi catastrofi naturali?

 

Ho grande fiducia nella natura e quindi non temo ciò che ci riserva il futuro. Ma la questione è comunque interessante per tutti noi perché ci fa capire meglio che la cosa importante è sapere, fino a che punto, siamo disposti a impegnarsi in cose che noi stessi siamo in grado di prevenire.

 



Crislaine Sanguino - Franca / Brasile

Credi nelle visioni e nei fenomeni misteriosi?

 

So che queste cose avvengono, inoltre, un evento è misterioso solo fino a quando non siamo in grado di capirlo. Personalmente, non presto attenzione a fenomeni impressionanti o confusi che non ho visto da me. Gli altri lo fanno e se questo li porta più vicino alla sorgente universale, perché no? Purchè questi fenomeni non siano inventati o fraudolenti e non incoraggino atteggiamenti poco realistici nei confronti della vita. La realtà è molto più grande di quanto possiamo immaginare, ho vissuto e visto abbastanza cose da poter dire questo con certezza.

 



Marcin Schabowski - Katowice / Polonia

E' la ricettività, il messaggio principale del tuo primo romanzo?

 

La ricettività è certamente uno dei messaggi più importanti, ma aggiungerei anche l'unione- l'atto di unione o l'unificazione esprimono esattamente il collegamento, cioè, l'atto di congiungiersi o connettersi con noi se stessi. Un amico mi ha detto recentemente- “Il tuo libro sprigiona unione, l'unione con noi stessi, con gli altri e con l'Universo"."La leggenda" e subito dopo, "Il dono" ci incoraggiano a cercare il nostro destino attraverso l'ascolto della nostra intuizione, ma questi libri ci mostrano anche come creare il nostro concetto di amore e di comprensione verso il prossimo. Un tema che preoccupa sempre più gente e che ognuno di noi si troverà ad affrontare prima o poi.

 



Zuliem Diaz - Barcellona / Spagna

Sei quello che viene definito uno scrittore mistico?

 

Bisogna prima definire che cosa sia uno scrittore mistico. Le mie storie sono modesti tentativi di fornire risposte a domande esistenziali, al fine di comprendere meglio il mistero della vita. Anche se rivendico un certo misticismo, è comunque un misticismo che mette in risalto l'importanza di convogliare l'attenzione al nostro mondo interiore. E' soprattutto un misticismo che tutti possono capire e che ci incoraggia ad aprire i nostri cuori.

 



Sanou Diack - Dakar / Senegal

Possiamo sperimentare la vera spiritualità attraverso la religione?

 

Credo che la religione possa fornire o chiarire un percorso spirituale, anche se è ovvio, che molte religioni organizzate, hanno perso il contatto con la loro profonda sorgente spirituale e molti dei sistemi gerarchici sono orientati verso la ricerca del potere e del controllo. Non parlo, naturalmente, delle esperienze spirituali che i membri hanno con la fonte divina. Queste persone sono ben consapevoli che la spiritualità vera, non può che essere basata su esperienze personali e che non c'è bisogno di un luogo particolare o di un intermediario per contattare il divino.

 



William Testard - Montpellier / Francia

Qual è la differenza tra la conoscenza e la saggezza?

 

La saggezza non è l'istruzione o la conoscenza dipersè, ma rappresenta piuttosto il buon funzionamento della nostra mente, nel senso che essa, non solo sa identificare ogni cosa, ma sa anche quale forma può assumere quella cosa. La sapienza offre una prospettiva più ampia, rispetto alla conoscenza puramente intellettuale e il ragionamento analitico. È più un modo di percepire le cose in modo corretto, piuttosto che saperle definire attraverso parole e concetti.

 



Tamara Hechavarria - L'Avana / Cuba

Qual è la tua opinione sullo sciamanesimo?

 

Penso che alcune forme di sciamanesimo possano aiutarci ad avere una più profonda comprensione del comportamento umano. Gli sciamani utilizzano potenti metodi per modificare lo stato di coscienza. Lo fanno in modo controllato e in genere utilizzano queste tecniche per guarigione o per esplorare altre dimensioni della realtà. Queste tecniche antiche e universali, sono sopravvissute all'interno delle culture e sfuggite alla razionalità che condiziona la civiltà moderna. Una razionalità spesso incapace di rispondere alle domande chiave, in contrasto, appunto, con i riti sciamanici che sembrano germogliare un'intelligenza più vicina alla pura intuizione.

 


 

James Mungin - Melbourne / Australia

Può dirci qualcosa di più circa il tuo secondo romanzo?

 

"La Voce Lucida" è un libro che mette in evidenza questioni esistenziali. Questo romanzo trasmette l'idea che per avere una influenza autentica abbiamo bisogno di andare alla ricerca del nostro vero potenziale e di esplorare tutte le possibilità e concepire tutte le forme di scambi e di cambiamenti. Questo libro aiuterà noi stessi ad integrarci nel tempo presente, sviluppando i nostri talenti nascosti, col fine di vivere in armonia con noi stessi, con gli altri, con la natura e con l'energia che anima l'universo.